Dolore al ventre in basso a destra

1503
dolori al basso ventre destra

Vi è capitato di avvertire una fitta o un dolore al ventre in basso a destra? Vi siete allarmati o siete rimasti ad “ascoltare” altri segnali che il vostro corpo vi stava mandando? Il dolore al ventre in basso a destra potrebbe essere un segnale serio oppure un evento momentaneo che si risolve velocemente da solo senza l’impiego di farmaci e senza la necessità di rivolgersi al medico. Questi dolori possono essere di origine fisiologica o patologica ed il loro trattamento dipende dalla loro origine.

Indice

Dolore al ventre in basso a destra: cosa si intende?
Quando rivolgersi al medico
Dolore al ventre in basso a destra: Patologie
 Patologie a carico del sistema gastrointestinale
 Patologie a carico del sistema urinario
 Patologie a carico del sistema genitale-ginecologico
 Altro
Diagnosi e cura


Dolore al ventre in basso a destra: cosa si intende?

dolori al basso ventre

Il basso ventre è la zona che si trova nella parte inferiore dell’addome, racchiusa lateralmente dal bacino, superiormente delimitata dall’ombelico ed inferiormente dall’apparato genitale.

Nello specifico, nella pancia in basso a destra si trovano:

  • L’intestino cieco;
  • L’appendice, situata nella parte di intestino detto colon;
  • Il colon ascendente;
  • Nella donne: l’ovaio destro e la tuba di Falloppio destra;
  • L’uretere destro.

L’insorgere, quindi, di un dolore al ventre in basso a destra potrebbe essere legato a problematiche a carico del sistema gastrointestinale, del sistema urinario o del sistema genitale / ginecologico. Torna all’Indice

Quando rivolgersi al medico

Se il dolore al ventre in basso a destra si manifesta saltuariamente e poi scompare da solo, non è indice di una condizione medica grave ma potrebbe essere dovuta a cause fisiologiche che possono scomparire da sole in maniera silente.

Se invece le fitte ed il dolore della pancia in basso a destra diventano molto forti o perdurano per diversi giorni è il caso di rivolgersi al medico per fare una diagnosi corretta. Torna all’Indice

Dolore al ventre in basso a destra: Patologie

patologie dolore basso ventre destroVediamo adesso nello specifico quali possono essere le cause che portano ad un dolore al ventre in basso a destra.

Patologie a carico del sistema gastrointestinale

  • Indigestione: l’indigestione o mal di stomaco può essere provocata da diversi fattori ma normalmente è legata al consumo di un pasto frettoloso o troppo abbondante. Oltre al dolore al basso ventre, l’indigestione o dispepsia si può accompagnare anche a senso di bruciore, pesantezza, nausea, e gonfiore addominale. nel casi più gravi si può manifestare anche reflusso gastrico e meteorismo. In genere questa patologia è facilmente curabile con farmaci da banco
  • Gas intestinali: la presenza di aria nella pancia e gas che si accumulano nell’intestino, possono causare crampi e dolori all’addome localizzati anche nella parte destra del ventre. Normalmente in questi casi basta curare l’alimentazione evitando l’assunzione di cibi che fermentano per ottenere benefici tangibili.
  • Costipazione o stitichezza: Con questo termine si intende un rallentamento del transito intestinale con una riduzione del volume delle feci. Ciò comporta difficoltà ad espellere le feci che risultano dure e provocano infiammazioni all’intestino risiedendo per diverso tempo al suo interno. Anche questa patologia, può essere risolta con un’attenzione specifica all’alimentazione aumentando l’apporto di fibre e liquidi e, nei casi cronici, tramite l’assunzione di farmaci.
  • Occlusione intestinale:essa è la parziale o totale interruzione del passaggio del contenuto attraverso l’intestino a causa di una patologia che provoca il blocco dell’intestino. Si manifesta con forti dolori addominali, vomito, stipsi e mancata emissione di gas intestinali. Questa patologia va subito trattata dal punto di vista medico in quanto un intervento non tempestivo potrebbe risultare anche letale.
  • Sindrome dell’intestino irritabile: (colon irritabile): è caratterizzata da dolore addominale associato a stitichezza e/o a diarrea ed accompagnato da gonfiore o distensione dell’addome. Non rappresenta una vera e propria patologia e la sua cura si basa su un corretto stile alimentare, cambiamenti nello stile di vita, sull’impiego di medicinali, probiotici e terapie mentali come la terapia cognitivo-comportamentale, l’ipnoterapia e le tecniche di rilassamento.
  • Morbo di Crohn: è un’infiammazione cronica intestinale che può colpire tutto il tratto gastrointestinale provocando dolori al basso ventre a destra o anche su tutto l’addome. La cura consiste nella somministrazione di farmaci immunosoppressivi.
  • Appendicite: è forse la prima patologia a cui si pensa quando insorge un dolore al ventre in basso a destra. E’ dovuta ad una infiammazione rapida e improvvisa dell’appendice che provoca dolori localizzati nella parte destra del basso ventre. La cura più frequente, per evitare che l’appendice possa rompersi, consiste nella sua rimozione chirurgica. Torna all’Indice

Patologie a carico del sistema urinario

dolori appendicite

  • Calcoli renali e coliche renali: I calcoli sono piccoli “sassolini” che si
  •  formano nelle vie urinarie e provocano dolore (coliche), sanguinamento, infezione oppure ostruzione del flusso urinario. La terapia prevede l’impiego di farmaci antinfiammatori non steroidei o oppioidi, secondo necessità, per alleviare il dolore. Nei casi più gravi il medico può decidere per l’asportazione del calcolo.
  • Infezioni renali: sono infezioni dovute a cariche batteriche che si annidano nei reni. Anche questa tipologia di infezione può provocare dolori acuti e si debellano tramite terapia farmacologica.
  • Cistite: è un’infezione della mucosa vescicale in genere provocata da batteri. Oltre ai dolori provoca un continuo bisogno di urinare e bruciore. Si cura attraverso l’assunzione di farmaci specifici.
  • Infezioni delle vie urinarie: le vie urinarie possono essere facilmente attaccate da batteri che provocano infiammazioni nei vari tratti del sistema urinario. la diagnosi va fatta attraverso specifici esami e la cura prescritta da un medico. Torna all’Indice

Patologie a carico del sistema genitale-ginecologico

  • Dolori mestruali: sono frequenti prima e durante il ciclo e possono essere di diversa natura: crampi, mal di schiena, nausea, emicrania. In base alla intensità è possibile assumere dei farmaci da banco ma sempre sotto il consiglio del proprio medico o del farmacista di fiducia.
  • Cisti ovariche: possono provocare forti dolori al basso ventre a seconda del punto dove si trovano, vanno sempre controllate e tenute sotto osservazione da un ginecologo che di volta in volta deciderà la terapia da seguire.
  • Endometriosi: è una patologia che colpisce solo le donne dovuta all’accumulo di cellule endometriali fuori dall’utero.  Questo comporta una infiammazione cronica che si manifesta tramite forti dolori e sofferenze intestinali. Oggigiorno la cura più appropriata è l’asportazione chirurgica.
  • Malattia infiammatoria pelvica: essa è un’infezione a carico dell’apparato genitale femminile causata dalla risalita di batteri dalla vagina agli organi interni quali utero, tube di Falloppio, peritoneo. Provoca dolore al basso ventre, dolore quando si fa pipì, febbre, perdite vaginali maleodoranti. Il trattamento prevede l’uso di antibiotici e poichè i batteri responsabili dell’infezione possono essere trasmessi attraverso i rapporti sessuali, la terapia, in genere, va somministrata anche al partner.
  • Gravidanza extrauterina: si ha nel caso in cui l’impianto dell’embrione si verifica in sedi diverse dall’utero. I sintomi sono simili a quelli di una normale gravidanza. in questi casi è bene farsi seguire scrupolosamente da uno specialista per evitare complicanze e rischi per la donna.
  • Torsione degli annessi o torsione ovarica: la torsione degli annessi comporta la rotazione delle ovaie e talvolta delle tube di Falloppio, che impedisce l’apporto di sangue a questi organi  provocando un dolore forte e improvviso nella zona pelvica, talvolta accompagnato da nausea e vomito. Il trattamento consiste in un intervento chirurgico per raddrizzare l’ovaio.
  • Torsione dei testicoli: si verifica quando il testicolo ruota intorno al proprio asse. Questa condizione è di tipo genetico e non esiste prevenzione. Provoca dolore improvviso e acuto nello scroto, gonfiore, dolore addominale, nausea e vomito. La terapia è di tipo chirurgico. Torna all’Indice

Altro

  • Ernia: Per ernia si intende la fuoriuscita di un viscere o parte di esso dalla cavità che normalmente lo contiene. Provoca dolori soprattutto sotto sforzo. L’ernia viene trattata attraverso l’intervento chirurgico.
  • Aderenze addominali: Le aderenze addominali (intestinali, pelviche, …) sono zone di adesione che si formano tra i tessuti e gli organi presenti nell’addome. Esse provocano dolori all’addome. il trattamento delle aderenze è di tipo chirurgico ma se l’aderenza è asintomatica o provoca disturbi sopportabili si opta non operare.
  • Stiramenti muscolari o traumi: anche questi possono provocare l’insorgere di dolore al ventre in basso a destra. Torna all’Indice

Quali sono i disturbi intestinali più diffusi e come diagnosticarli? Lo spiega la dottoressa Federica Furfaro che esegue in diretta un’ecografia addominale durante la trasmissione Il Mio Medico.

Diagnosi e cura

Appurato, tramite consulto medico qual’è il problema che ha generato il dolore al ventre in basso a destra, occorrerà seguire le indicazioni prescritte per la cura affinchè lo stato infiammatorio che ha generato il dolore possa essere eliminato.

Anche in questi casi si raccomanda di rivolgersi al medico ed evitare le cure fai da te che potrebbero fare aggravare la situazione clinica portando a dei danni seri per il nostro organismo. Torna all’Indice


Potrebbe interessarti:

Dolore al petto: di cosa si può trattare?

Cosa vuol dire quando la pipì puzza

Antibiotici naturali: quali sono?