Activity tracker: cosa sono e cosa fanno

349
Activity tracker cosa sono e cosa fanno

Activity tracker: cosa sono e cosa fanno? La tecnologia oggi è presente in ogni settore della nostra vita ed anche nel settore sportivo. Sicuramente un device molto utilizzato oggi da chi pratica sport a tutti i livelli è l’Activity tracker. Ne hai tanto sentito parlare ma non hai idea di cosa sia? Continua a leggere per capire cosa sono questi dispositivi e come funzionano.

Indice

1. Activity tracker, fitness tracker e smartband 
2. Come funziona il fitness tracker o la smartband?
3. Fitness tracker: come scegliere quello giusto?


1. Activity tracker, fitness tracker e smartband 

Activity tracker, fitness tracker  e smartband: che differenza c’è?

La maggior parte degli sportivi oggi utilizza questi dispositivi per monitorare alcune funzioni vitali durante il proprio allenamento. Questi device sono di grandissimo aiuto per chi ama praticare sport perchè forniscono importanti parametri che aiutano a calibrare in maniera corretta l’attività fisica. Ma che differenza c’è tra questi dispositivi?

La prima differenza sostanziale sta nelle funzioni che riescono a monitorare. I modelli base hanno un costo contenuto ma anche funzionalità minori rispetto a modelli più costosi che però forniscono una serie di funzioni aggiuntive utilissime agli sportivi.

Ma cosa controllano questi dispositivi? Le funzionalità, come dicevamo, possono essere diverse da modello a modello. In generale possiamo trovare: il contapassi, il misuratore della frequenza cardiaca, il controllo l’andamento del sonno notturno, le calorie consumate. Insomma, questo dispositivo diventa un vero e proprio centro di controllo della nostra attività fisica.

Gli activity tracker o fitness tracker, possono essere dei gadget che si attaccano agli abiti oppure possono essere dei semplici bracciali. Non sono dotati di display. Il loro utilizzo è per chi non ha bisogno di elaborare i dati raccolti durante l’attività fisica. Sono semplici dispositivi che registrano le misurazioni ma non le elaborano. I dati incanalati devono poi essere inviate allo smartphone tramite Bluetooth per essere visualizzati.

Le smartband invece, sono dei dispositivi che somigliano molto ad un normale orologio e sono dotati di un display (la cui forma varia a seconda del modello) dove vengono visualizzate tutte le informazioni relative al proprio allenamento. Questi dispositivi hanno una tecnologia che permette loro di raccogliere i dati ed interpretarli. Attraverso delle mini-applicazioni forniscono tutta una serie di funzioni aggiuntive rispetto ai fitness tracker.

Il display consente di visualizzare in tempo reale i passi, l’ora, la durata dell’allenamento. Inoltre, grazie al collegamento bluetooth con lo smartphone, si possono visualizzare sul display notifiche relative a messaggi o chiamate ricevute. Ovviamente non si può rispondere (non sono degli smartwatch!).

Entrambe le tipologie di dispositivi, indossati durante l’attività fisica, non sono ingombranti e risultano leggeri e molto semplici da utilizzare. La loro estetica accattivante e molto attuale, li rende degli accessori indossabili anche quando non si fa attività fisica.

Torna all’Indice  

Activi

2. Come funziona il fitness tracker o la smartband?

Anche per chi non è un esperto di informatica, l’utilizzo di questi dispositivi è davvero semplice ed immediato. Basta semplicemente connettere tramite la funzione Bluetooth il dispositivo al proprio telefono ed il gioco è fatto! La durata della carica è generalmente molto lunga (in alcuni modelli arriva fino a 30 ore)!

Ovviamente per far si che la smartband ed il vostro smartphone possano interagire, è necessario installare un’App. Alcuni modelli hanno app specifiche, altri usano app dedicate al fitness e che risultano compatibili con tutti gli smartband. Quando si fa attività fisica basta indossare il proprio fitness tracker e in un secondo momento, connettendolo allo smartphone, sarà possibile visualizzare tutti i dati registrati durante il vostro allenamento.

Torna all’Indice  

Activi

3. Fitness tracker: come scegliere quello giusto

Hai deciso di acquistare un fitness tracker e non sai su quale modello orientarti?

Sicuramente la prima cosa da stabilire è il costo che vuoi sostenere. I device più costosi offrono ovviamente molte più funzionalità rispetto a quelli più economici.

Poi occorre stabilire a cosa ti serve il fitness tracker: se non sei uno sportivo incallito e ti serve monitorare le funzioni principali, puoi optare per l’acquisto di un modello base.

Molti di questi dispositivi si possono collegare al proprio smartphone o pc per gli aggiornamenti o per scaricare statistiche e valori rilevati. Attenzione quindi a scegliere un modello compatibile con il vostro telefono.

I device che trovi in commercio differiscono molto anche nel display: quindi scegli un modello che abbia una buona leggibilità. Se pratichi attività all’aperto è importante anche che il display sia leggibile in condizioni di forte luminosità.

E nel caso facciate attività acquatiche, va scelto un modello impermeabile.

Torna all’Indice  

Activi


Potrebbe interessarti:

Dolore al petto: di cosa si può trattare?

La dieta più semplice per perdere peso